Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Minori: maltrattamento e abuso

Minori: maltrattamento e abuso è il quarto evento di un ciclo di incontri (10 appuntamenti), curati dallo staff di Psicologia in Tribunale, dal titolo Oltre la Cronaca. Riflessioni su temi di cronaca giudiziaria indagati con la lente dello psicologo.

Nelle società moderne, il bambino è veramente soggetto di diritti? Quali sono le conseguenze della violenza sui minori? Quale approccio può contribuire a risolvere un fenomeno così diffuso?

Carmen Muraro (psicologa giuridica e psicoterapeuta, membro del CTS di Psicologia in Tribunale, referente per il Veneto dell’AIPG), e Massimo Osler (avvocato del Foro di Padova, esperto in diritto delle relazioni familiari, delle persone e dei minori), dialogano con Maria Elisa Antonioli (psicologa, psicoterapeuta, psicologia giuridica, esperta nel ramo delle adozioni, già responsabile servizi area materno infantile del distretto socio-sanitario di Padova, docente a contratto per l’Università di Padova) e Antonella Carolo (terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva presso ULSS 16 Padova).

Le Autrici di Vedo, Ascolto, Parlo… Ti Aiuto. Come accogliere e comprendere le situazioni di maltrattamento e abuso che vedono coinvolti i minori, tutte psicologhe, psico-neurologhe e psicoterapeute impegnate nella tutela dei diritti dell’infanzia, sostengono che, sebbene sia stato dimostrato, attraverso innumerevoli studi, quanto le conseguenze dei maltrattamenti siano dannose sull’evoluzione psicofisica dei minori, la violenza su bambini e adolescenti è un fenomeno dilagante che coinvolge tutte le classi socia­li. Ciononostante, è ancora sottostimato e sottovalutato, se non addirittura negato dalla società. In tutto il mondo, ogni anno, milioni di minorenni sono vittime e testimoni di violenza fisica, sessuale, psicologica e di varie forme di sfruttamento. Di tutto questo parleremo durante l’incontro Oltre la Cronaca – rivolto a tutti coloro che si occupano di minori -, dal quale emergerà che la risposta ad un’infanzia negata può venire solo da un approccio globale, multidiscipli­nare e interistituzionale, caratterizzato da competenza e formazione specifiche sull’argomento.


Il contributo per la partecipazione è di € 5,00 da versare direttamente online al momento dell’iscrizione, potendo scegliere tra circuito Paypal (anche per carte di credito) o bonifico bancario.

L’evento è in corso di accreditamento presso il CNF per la formazione continua obbligatoria per gli Avvocati.


La giustizia e la psicologia sono due ambiti disciplinari molto diversi, ma hanno una cosa in comune: si occupano entrambi di storie, storie vere, storie di vita!
E le storie, almeno quelle che arrivano nelle aule dei tribunali e negli studi degli psicologi, sono sempre intrise di sofferenza e di dolore. Sono storie di vita che la cronaca giornalistica – moderna forma di narrazione tragica – ci racconta ogni giorno con dovizia di particolari. Attraverso quei racconti ci addentriamo nei pensieri, nei sentimenti, nei risvolti conflittuali e drammatici della vita dei protagonisti. Ma cosa succede oltre la cronaca, quando queste vicende sono fatte oggetto di indagine giuridica ed è necessario ricostruire i fatti e indagarne la complessità? Durante questi incontri, parleremo con scrittori e personalità del mondo giuridico, psicologico e criminologico di cosa accade quando i riflettori si spengono e le persone si trovano a fare i conti con dure realtà.